Montemarcello il borgo antico

Montemarcello Spiaggia di Punta Corvo

cartello sentiero 3dDal borgo di Montemarcello si diparte un sentiero ben segnalato (3d) che conduce alla stupenda spiaggia di Punta Corvo, il più grande dei cosiddetti "spiaggioni", ai piedi del promontorio del Caprione o Carpione.
260 sono i metri di dislivello e 500 i gradini tra pini e corbezzoli, per una percorrenza di circa 30-40 minuti.
Il percorso ha inizio davanti alle scuole elementari del paese, e più precisamente all'angolo di via Don Calisto De Marchi, a pochi passi dal parcheggio che si trova a sud-est di Montemarcello, poco prima che la strada scenda verso Bocca di Magra.
Il primo tratto si snoda tra le case sparse del paese, per poi proseguire ai margini di un bosco di lecci circondato da oliveti abbandonati e piante di fico "binello" che fino agli anni '40 veniva raccolto, essiccato su graticci e venduto nella vicina Massa e Carrara dalle donne che vi giungevano a piedi, e scambiato con riso e farina fin oltre Parma.
Presto si può ammirare il bellissimo panorama del mare, con le isole del Tino, del Tinetto e Palmaria ed un breve scorcio di Portovenere.
Una scalinata di legno intervallata da un paio di panchine in legno scende verso il basso, tra la vegetazione di pini d'Aleppo, lecceti, corbezzoli e tini, mentre verso la spiaggia la vegetazione si dirada notevolmente, lasciando spazio ai grandi lastroni di pietra che circondano il luogo.
La fatica viene comunque ben ripagata dalla bellezza del luogo: una spiaggia solitaria di sabbia e ciottoli grigio scuro di poche centinaia di metri, circondata alle spalle da una ricca vegetazione.
Due speroni posti ai lati, nascondono la visione della costa sia a ponente che a levante conferendo al luogo un totale senso di isolamento.
Essendo la spiaggia non attrezzata è bene equipaggiarsi, soprattutto per le bevande, in modo adeguato, in particolar modo per il rientro che è tutto in salita.
In piena estate (mare permettendo) è attivo un servizio di traghetti che fa scalo alla spiaggia e parte sia da Bocca di Magra che da Lerici e Tellaro.
Essendo il luogo posto in una zona interessata da frane, conviene informarsi preventivamente dell'apertura o chiusura del sentiero e quindi dell'accesso alla spiaggia.